Musica per la Creatività’: dallo Swag Drumming al Neo Soul

Un mix di Jazz, Soul e Hip Hop, lo stile Swag Drumming è una fonte di ispirazione per innumerevoli batteristi al giorno d’oggi per il suo fascino particolare nel suonare un groove “storto” in perfetta sincronia con il brano.

Questo feeling ha avuto origine a New Orleans dal modo tradizionale di suonare Swing ed è stato adattato all’Hip Hop ed ai groove Pop.

 

Lo Swag è un modo di portare il tempo, definito come un ritmo tra binario e ternario, in cui la suddivisione in quintine è considerata più vicina a questo feeling.

Negli ultimi anni molti batteristi di fama internazionale come Nate Smith, Chris Dave, Daru Jones e Richard Spaven stanno suonando in questo modo, anche con un’ottima ricerca dei suoni di batteria, influenzando a loro volta la musica moderna e contemporanea.

Daru Jones style

 

Chris Dave style

 

Nate Smith style

UN NUOVO APPROCCIO ALLO STRUMENTO

Questo nuovo modo di suonare non è solo improntato sul feeling “pensato” in quintine ma si concentra anche sul “tagliare” groove binari ispirati all’hip hop, nel mantenere lo stesso pattern in ottavi o sedicesimi con inserimenti di elettronica come nel Nu Soul o R&B, con suoni ricercati tramite la creazione di stacks, utilizzando piatti forati, sovrapponendo pelli, splash, piccole catene e sonagli sulle superfici della batteria. Il tutto è ispirato a sonorità derivanti appunto dall’elettronica, dal Soul e dal Pop.

Nello Swag troviamo anche una certa influenza Jazz e dell’improvvisazione, in cui l’importanza di “lasciarsi andare” e seguire la propria ispirazione estemporanea favorisce la creazione e l’abbellimento di ritmiche a favore della musica.

Artisti come Mark Guiliana, Mark Colenburg e Marcus Gilmore hanno contribuito all’innovazione nel mondo della batteria ricercando con gusto suoni originali e di ottima qualità.

Consigli da Mark Guiliana

 

Ecco un Marcus Gilmore in piena sperimentazione

LA RICERCA DEL SUONO COME ELEMENTO FONDAMENTALE

Suoni diversi ispirano idee diverse. Si potrebbe suonare una parte del piatto e poi un’altra parte, i due suoni producono idee totalmente differenti che però portano alla creazione di un pattern.

Ad esempio ci si può concentrare sul suono dell’hi-hat o di un pad elettronico per iniziare a produrre una ritmica. Bisogna sempre lasciarsi contaminare in modo creativo dal suono dello strumento perché la ricerca sonora sulla batteria, in questo caso, impone una diversa reazione, uno stimolo maggiore verso la creatività rispetto ad un set con suoni standard.

Mentre si suonano generi musicali con linee Swag, Funk o Hip Hop, si esplorano sensazioni particolari. Il nostro drumming cambierà in base al suono che abbiamo trovato sul rullante o su uno stack, portandoci in ambiente sperimentale, pur valorizzando e mantenendo sempre il beat della canzone, il groove ed il gusto musicale.

 

 

Diversi batteristi hanno cambiato drasticamente il modo di montare la batteria. Molti aggiungono staks creati da loro, utilizzano anche set minimal con accordature ferme, cambiano battenti ai pedali e sfruttano l’elettronica per creare set ibridi.

La loro proposta sonora sta avendo successo in vari ambiti musicali dall’Underground al Mainstream, principalmente nell’ambito Neo Soul, per venire incontro alle esigenze di musicisti di livello mondiale come: José James, Robert Glasper, Aaron Parks e Takuya Kuroda.

 

 

CONTAMINAZIONI TRA GENERI DIVERSI

Il nuovo approccio alla batteria in stile Swag con sfumature Funky e Wonky ha contaminato con grande impatto ritmico diversi generi musicali derivanti dalla musica afro-americana.

Prendiamo ad esempio il Contemporary R&B. Un tipo di musica con un ritmo marcato dall’uso di elementi elettronici e a volte “sfumato” da linee di sax per richiamare un’atmosfera più jazzy. Il cantato poi è morbido e seducente con alla base beat provenienti dall’Hip Hop.

La sensibilità dei suoni invece si sta manifestando in modo sempre più evidente nel Neo Soul, genere che nasce metà degli anni ’90 grazie alla Motown e ad artisti come Erykah Badu, Lauryn Hill e D’Angelo.

 

 

 

Questa musica nata dall’ R&B fonde jazz, funk ed è amata per la sua capacità di rievocare il Soul degli anni ’60, rendendolo vivo e attuale in un’era musicale caratterizzata prevalentemente da musica Pop, Hip Hop ed Elettronica.

Il segreto per assimilare questo feeling è imparare a rilassarsi e suonare per il bene della musica, ascoltando gli altri durante una session, prendendo ispirazione dai musicisti e dai suoni della band che si stia suonando un brano già esistente o sperimentando per un brano originale.

Questo portamento del tempo prende spunto anche dal Soul-Jazz, con alla base una ritmica più ripetitiva. Possiamo prendere ad esempio "The In Crowd" del Ramsey Lewis trio. 

La sicurezza la si costruisce nel tempo, concentrandosi sul proprio suono di batteria, come quando si studia un nuovo genere musicale. Relax è la parola chiave.

ASCOLTIAMO NUOVA MUSICA OGNI GIORNO!

Ricordiamoci sempre che non esiste solo la musica passata in radio, è molto utile fare ricerche quotidiane sulla scoperta di musica nuova.

Leggete le recensioni dei dischi, leggete una biografia di un’artista che vi interessa, ascoltate un vinile, una cassetta, un CD che non conoscete, magari in compagnia, come si faceva una volta.

Avere il tempo da dedicare ai documentari musicali garantirà sicuramente grandi scoperte da cui prendere spunto.

Usate YouTube, Apple Music, Spotify e Shazam in modo utile partendo da una canzone o da un album fino a raggiungere una buona conoscenza dell’artista che state ascoltando.

Se si ascolta buona musica, è tutto più bello!

Leave a reply