Arranger Legacy Solton/Ketron TS4K: l’arranger analogico/digitale


ketron ts4kLa quarta puntata della nostra rubrica ospita uno strumento realizzato sul finire degli anni ottanta da quella piccola azienda marchigiana divenuta in seguito un punto di riferimento del settore.

 

 

A nominare Ketron mi viene sempre in mente come conobbi questa azienda. Sul finire degli anni ottanta un mio carissimo amico pianista, di rientro da una visita a un negozio di Milano, mi raccontò la sua meraviglia nel provare questi strumenti italiani che – nella riviera romagnola e nelle Marche – si diceva fossero gettonatissimi. Nell’estate del 1990 andai in vacanza a Riccione e passeggiando sul lungomare scoprii anch’io che in bar e alberghi diversi pianobaristi utilizzavano strumenti Solton/Ketron.

Mi fermai ad ascoltarli e fu una folgorazione: mi colpì soprattutto un mix generale con una “botta” da far smuovere dalla sedia e ballare anche il più pigro degli spettatori! In seguito andammo con l’amico a Milano, portando a casa un arranger serie MS, che dopo anni di onorato servizio fu sostituito da un serie SD. Infine, nel 2001 è arrivato un modello XD9 che – nonostante l’età – ancora oggi ci accompagna in feste e ricevimenti.

Da utente Ketron di lungo corso ho quindi accettato con entusiasmo la proposta degli amici collaboratori di Arranger Legacy nel voler trattare un modello storico come TS4; per chi scrive, uno strumento che ha segnato un punto di svolta nelle realizzazioni del brand italiano. Vediamo nel dettaglio i vari approfondimenti dedicati a Solton/Ketron TS4, nello specifico il modello a tastiera denominato “K”.

 

ketron TS4k

 

Ketron TS4K: dal Blog di Renato Restagno

Come consuetudine, Renato fornisce preziosi cenni storici e curiosità legate all’architettura di Solton/Ketron TS4K, tra cui questa che riporto:

Le specifiche tecniche di TS4K farebbero sorridere gli strumenti in distribuzione oggi, ma – per quei tempi – anche le piccole cose facevano la differenza. Ad esempio, una delle ragioni del successo fu anche legata alla presenza di un largo display che consentiva di leggere con chiarezza lo stile attivo e i suoni utilizzati. Era una novità per i tempi: dopo anni di semplici e piccoli schermi a segmenti led (solo numerici), finalmente i musicisti potevano beneficiare di una chiara lettura delle risorse attive dello strumento.”

Un articolo molto interessante per chi vuole scoprire i progressi nel tempo del segmento arranger: clicca QUI per leggerlo.

 

ketron ts4k

Da una brochure Solton/Ketron dell'epoca: TS4K con il suo parco accessori

 

Dal Blog di Giorgio Marinangeli

L’analisi tecnica è sempre a cura dell’amico Giorgio, che descrive nel dettaglio l’affollato parco schede che compone la Solton/Ketron TS4K, ecco un passo del suo articolo:

La tastiera poteva essere utilizzata per impostare gli accordi dell’Arranger o anche per suonare alcuni dei suoni interni ed era, per la prima volta in casa Ketron, sensibile alla dinamica. Se la smontiamo vediamo infatti che ogni tasto ha due contatti distinti: uno per la posizione di riposo e uno per quella di fine corsa. Un IC, che dalle foto seguenti vediamo abraso nella sigla, ne calcolava il tempo di percorrenza e quindi la dinamica tasto per tasto.

Come sempre, un articolo completo se amate “aprire il cofano” degli strumenti per saperne di più: clicca QUI per leggerlo.

Il video a cura di Marcello Colò

Se si discute di Ketron con Marcello “si gioca in casa”, essendo stato collaboratore del brand italiano per diversi decenni. Ecco la sua demo video di Solton/Ketron TS4K realizzata in esclusiva per Arranger Legacy!

 

 

La collezione di arranger di Giorgio Marinangeli è in costante espansione, e se vi piace questa rubrica rimanete sintonizzati!

Leggi gli altri articoli di Arranger Legacy

GEM WS2
Korg i5M
Roland Pro-E

Leave a reply