CUBASE TRICKS - RIVITALIZZARE LA SOLITA BATTERIA

Oggi ci occupiamo di rivitalizzare le solite tracce di batteria che, sia per chi registra e suona la batteria dal vivo, sia per chi fa programmazione delle batterie virtuali, sono spesso uno dei punti deboli dell'arrangiamento di un brano.
Come di consueto per questa rubrica, cercherò di darvi degli spunti interessanti per realizzare effetti o ottenere risultati non scontati utilizzando soltanto Cubase ed i suoi plug-in integrati, così da ottenere tutto quello che vedremo a costo zero.

 

Utilizzando Cubase 10, o una versione precedente visto che tutto quello che vi mostrerò può essere fatto con pochi plug-in in pochi minuti, vi darò tutto quello che vi serve per ottenere il mio stesso risultato:

 

  • leggete l'articolo
  • ascoltate le tracce demo
  • scaricate i preset FX ed EQ e caricateli nel vostro Cubase
  • seguite le istruzioni punto a punto e sperimentate

LA SOLITA TRACCIA DI BATTERIA

Quando si realizza un pezzo la batteria è uno degli elementi fondanti, sia in quanto a ritmo che per quel che riguarda il sound generale del nostro brano. Spesso però quest'ultima parte viene trascurata, con il risultato di sentire le solite "noiose" tracce di batteria su centinaia e centinaia di pezzi.
Uno dei modi più semplici per rivitalizzare le nostre batterie è quello di inserire delle parti effettate o addirittura basare il groove del nostro pezzo su di una traccia completamente trasformata attraverso effetti ed automazioni.

 

In questo pezzo ho utilizzato un semplice groove di batteria creato con Superior Drummer 3 di Toontrack.

Qui vi darò tre consigli per far virare il sound delle batterie in modo molto incisivo. Il mio consiglio è quello di sperimentare poi con i preset che potrete scaricare gratuitamente in questo articolo oppure utilizzarli esattamente come sono, pronti all'uso, per inserire dei momenti di stacco, magari sincronizzati con le altre tracce, oppure cambiare totalmente il timbro del pezzo effettando tutta la traccia di batteria.
Un'altra soluzione è quella, nemmeno così difficile da realizzare, di miscelare una batteria standard con una effettata e poi attraverso automazioni di volume inserire un po' di colore e movimento in più solo quando vi serve. Quest'ultima soluzione può ovviamente essere realizzata anche attraverso una mandata.

UN RAISER PERFETTO IN UN MINUTO

Tratto dalla cultura del DJing, dove i filtri vengono applicati ai pezzi o solo alle parti ritmiche per ottenere dei momenti di climax musicale o di maggiore relax, il Raiser è una parentesi in cui utilizzando un filtro ed altri effetti si crea prima una chiusura e poi un'apertura sempre più rapida per rientrare in modo enfatico a tempo esattamente in un momento di transizione del nostro brano. In questo modo la transizione sarà ancora più d'effetto.

COME FARE

  • SCARICA - DRUM VITALIZER Preset - SCARICA 
  • Estrai il file contenuto della cartella compressa e salvalo nella cartella:
    • Per Windows: Documenti\Steinberg\FX Chain Presets
    • Per Mac: /Users/your_username*/Library/Audio/Steinberg/Strip Presets
  • Apri Cubase ed un Nuovo Progetto
  • Negli Insert carica il preset "Phaser EQ Drum"
  • Ti verrà caricata tutta la sezione effetti che ho utilizzato, ovvero:
    • Maximizer - per dare un po' più di spinta alla batteria
    • Phaser - un semplice phasing sincronizzato in 1/2

Le due automazioni utilizzate, una sulla frequenza dell'EQ e l'altra sul Feedback del Phaser.

COME REALIZZARE IL RISER

  • Carica una Traccia di Batteria
  • Come da immagine attiva un EQ a campana nella sezione Equalizzatori;
  • Imposta un gain alto, 10dB andranno bene;
  • Ora apri una Traccia Automazione nella traccia di batteria ed assegnala alla Frequenza del nostro EQ che abbiamo attivato (vedi immagine sopra);
  • Realizza uno Sweep per punti con la Matita come ho fatto io;
  • Ora Apri un'altra Traccia Automazione ed assegnala al Feedback del Phaser;
  • Crea con la Matita una retta che va dal 10% al 90% di Feedback.

Ecco il risultato. Ovviamente questo è un riser parecchio lungo, puoi intervenire e accorciarlo a piacere.

 

TRASFORMAZIONE ELETTRONICA CON LO STEP FILTER

Lo Step Filter è un filtro che viene controllato nei suoi parametri a step temporali fissi. Quello integrato in Cubase ci permette di disegnare curve indipendenti per il Cutoff e la Resonance del Filtro. Quella che usiamo oggi è una figura molto semplice che vede due pendenze lineari esattamente opposte in modo da ottenere un effetto ritmico con continui crescendo in frequenza.

 

Allo Step Filter poi combiniamo un ambiente piuttosto particolare e sintetico composto da un Ping Pong Delay che aggiunge delle ripetizioni stereo che vanno a riempire la nostra ritmica, ed un Riverbero Chamber preso da REVelation con un Gate molto forte sulle code che interrompa il suo decadimento naturale, un effetto molto utilizzato sulle batterie negli anni '80 ad esempio.
Otteniamo così un effetto di movimento e riverbero della batteria che può andare benissimo per un Intro, una Transizione o un Bridge.

 

COME FARE

  • Dovresti aver già salvato i Preset scaricati precedentemente nella cartella corretta. Se non lo hai fatto torna al Punto Uno del precedente COME FARE.
  • Apri Cubase ed un Nuovo Progetto
  • Negli Insert carica il preset "Phaser EQ Drum"
  • Ti verrà caricata tutta la sezione effetti che ho utilizzato, ovvero:
    • Maximizer - per dare un po' più di spinta alla batteria;
    • Step Filter - il filtro automatizzato a step che vedi nell'immagine sopra;
    • Stereo Delay -  un delay stereo in grado di generare due ripetizioni indipendenti e spostarle nel panorama stereo;
    • REVelation - un plugin molto completo in grado di modificare tutti i parametri della riverberazione.

 

Il Riverbero e lo Stereo Delay che troverai precaricati nel Preset

COME REALIZZARE IL BOUNCING STEP FILTER

  • Carica una Traccia di Batteria;
  • Il Preset contiene già precaricati tutti gli effetti e quindi avrai già il risultato finale o un punto di partenza per sperimentare.

Ecco il risultato.

 

REALIZZARE EFFETTI BREVI E SINCRONIZZATI

Uno dei modi più efficaci di modificare una batteria per creare un groove originale da uno un po' trito e spento è quello di utilizzare degli effetti e poi, tramite automazioni sui Bypass degli effetti, creare interventi mirati che attivino l'effetto solo su alcune porzioni calcolate del groove.
Per quanto possa sembrare difficile, non lo è affatto con Cubase. Utilizzeremo quindi come punto di partenza il risultato ottenuto con il precedente "Bouncing Step Filter".

 

COME FARE

  • Parti dalla precedente traccia di batteria effettata come hai sentito;
  • Crea ora due automazioni per la traccia di batteria,
    • una Bypass sullo Step Sequencer;
    • una Bypass sul Delay;
  • Imposta inizialmente tutte e due le automazioni sul valore fisso ON (valore massimo);
  • Quindi crea interventi mirati portando il valore al minino su OFF;
  • Puoi sperimentare sfasando i due Bypass come nel mio esempio in modo da ottenere un effetto ancora più vario.
  • Ti consiglio di mantenere costante la durata dell'accensione degli effetti, così da ottenere un groove più regolare.

Ecco il risultato.

 

Leave a reply