Studiologic: le novità presentate alla Musikmesse 2018


Il brand italiano è sbarcato in fiera con alcuni prodotti già presentati al recente NAMM, come la Numa Compact 2X, ma la kermesse tedesca è stata la vetrina per mostrare a stampa e addetti ai lavori anche una nuova superficie di controllo dedicata alla linea di MIDI Master Keyboard della serie SL, ma in grado di operare anche in modalità indipendente, più un software molto interessante che vedremo in seguito. Gianni Giudici si è gentilmente prestato per realizzare due video in cui descrivere agli amici di SM Strumenti Musicali le principali caratteristiche della Numa Compact 2X; non mancano una serie di esempi sonori dei nuovi "motori" introdotti in questo modello.

 

 

 

 

Studiologic/Fatar in tempi recenti sta diversificando la propria attività, e oltre a una gamma di controller e MIDI Master Keyboard sta supportando lo sviluppo di software dedicati per l'interazione del proprio setup hardware con una DAW, i virtual instrument e i dispositivi iOS; questa scelta del brand italiano va seguita con attenzione in futuro, perché le prime proposte sul tema sono molto interessanti. Simone Capitani è una delle menti dietro lo sviluppo dei nuovi progetti Studiologic, e al Musikmesse 2018 era presente nello stand del brand italiano per descrivere le potenzialità della nuova superficie di controllo SL/Mixface: ecco il video del nostro incontro.

 

 

SL/Mixface è alimentabile infine anche a batterie, per impiegare questa superficie di controllo in qualsiasi situazione: Studiologic prevede di commercializzarla entro l'estate a un prezzo intorno ai 199 euro.

 

Simone Capitani sta curando inoltre lo sviluppo di Camelot, un potente applicativo per piattaforme Windows/Mac frutto della partnership tra la software house Audio Modeling e Fatar, e dedicato all'interazione di un setup misto hardware/software. La novità più interessante per chi scrive insita in Camelot è il supporto del protocollo MIDI-CI, che consente ai dispositivi compatibili di ricercare e impostare automaticamente le funzionalità semplificando la configurazione; questa implementazione ha permesso la creazione di un editor impiegabile con la maggior parte dei sintetizzatori in commercio. Camelot consente di allestire una serie di scene che possono comprendere particolari configurazioni della DAW e i virtual instrument caricati, eventuali contributi audio o la programmazione di luci previste nello show, ma anche la visualizzazione di file contenenti note, testi o spartiti; il software è ancora in versione Beta, ma quanto visto alla Musikmesse 2018 fa ben sperare: non perdetelo di vista!

 

La postazione allestita da Studiologic alla Musikmesse 2018 con il nuovo software Camelot

La postazione allestita da Studiologic alla Musikmesse 2018 con il nuovo software Camelot

 

Info: EkoMusicGroup

Leave a reply