TEST - SIM1 XT-B Bass Profiler, un mondo di suoni con un solo basso

SUONO8.5
FACILITA' D'USO8
COSTRUZIONE8
RAPPORTO QUALITÀ/PREZZO7
7.9

Scrivo questa recensione a poche settimane dall'uscita dell'anno in fatto di profilazione ed emulazione, il Kemper Profiler Stage, la pedaliera dei sogni per molti chitarristi che permette di sostituire anche il 90% della propria strumentazione da portare in giro - peso compreso che non è poco. Parlando però con qualche amico bassista - un campo che Kemper non è riuscita a conquistare molto - la risposta comune è che qualcosa come il Kemper è troppo per un bassista, e poi non risolve uno dei problemi principali dei bassisti, volere diversi suoni di basso senza portarsi due, tre, quattro bassi.
SIM1 XT-B Bass Profiler è un pedale che risolve proprio questo problema, e questo lo abbiamo provato per voi.

 

SIM1 - XT-B basso strumenti musicali

 

SIM1 XT-B è infatti un pedale che per i bassisti potrebbe essere la soluzione definitiva per essere versatili, comodi ed allo stesso tempo portatili. Sappiamo infatti tutti che per la maggior parte dei bassisti, a differenza dei chitarristi che si affidano di più sull'amplificazione ed effettistica, il suono arriva per il 90% dallo strumento stesso. La prima scelta quindi, nel momento in cui c'è bisogno di un suono diverso, è solitamente quella di cambiare basso.
L' XT-B con la sua profilazione digitale promette di farvi usare il vostro basso preferito e di darvi poi da pedale tutti gli altri suoni di basso diversi che vi servono.

 

Ricordo volentieri che gli XT sono prodotti italiani che coraggiosamente fanno da apripista a questo tipo di pedali che ci permetteranno di usare le nostre chitarre e bassi avendo però il suono di qualsiasi altro strumento che possiamo tranquillamente lasciare a casa o evitare di acquistare.
Per i chitarristi vi rimando alla recensione già fatta del SIM1 XT-1, mentre per i bassisti cerchiamo di  capire se SIM1 è riuscita a costruire un pedale potenzialmente rivoluzionario ed altrettanto comodo.

PRESENTAZIONE

XT-B Bass Profiler è un pedale doppio con tre switch che, come per il suo fratello chitarristico XT-1, si presenta come semplice da utilizzare e privo di troppi parametri da regolare. La realtà è che tutta la tecnologia che utilizza è nascosta al suo interno e lascia al musicista solo il compito di scegliere il proprio suono e suonare. Dei tre footswitch due sono dedicati al cambio dei preset mentre il terzo al Bypass per disattivare il pedale.

 

Nella parte posteriore ci sono connessioni di ingresso, uscita e uscita bilanciata jack da 1/4". Mentre la prima e la seconda sono il classico input/output di ogni pedale, la terza è dedicata a chi vuole andare direttamente verso un impianto PA o un mixer, e molto utile per i bassisti che spesso vogliono viaggiare leggeri e lasciare a casa ampli e cabinet. Potenzialmente con questo pedale potreste andare a suonare con un basso e nella custodia cavi e l'XT-B perchè, come vedremo, non c'è bisogno di altro.

Completano la dotazione l'ingresso di alimentazione da 9V DC ed il pulsante di accensione.

 

SIM1 - XT-B basso strumenti musicali

 

Sul lato destro troviamo la porta USB per il collegamento con un computer che ci permetterà di accedere al suo software dedicato per la gestione dei profili e per l'aggiornamento firmware. Questa porta USB può essere utilizzata anche per il collegamento MIDI del pedale che in questo modo può diventare anche un controller MIDI compatto per guidare altri pedali o sincronizzarsi con i cambi canali dei nostri preset lanciati da una pedaliera. Non che molti bassisti utilizzino rig MIDI, ma comunque si può fare.

 

L'unica cosa che dovrete fare all'inizio, ed ogni volta che decidete di suonare con un altro basso, è far "imparare" al pedale il suono del vostro basso. C'è un processo di apprendimento che richiede una decina di minuti per strumento. Seguendo le istruzioni per ogni pickup sarà sufficiente eseguire una scala cromatica che il pedale registrerà ed analizzerà. Qualche minuti di elaborazione ed il pedale sarà in grado di adattare il suono del basso attuale a tutti i profili presenti ed a quelli scaricabili dal portale.

PROVA

Ho eseguito la prova con un classico Fender Jazz Bass ed anche un basso Samick sei corde. Il primo chiaramente mi è servito come punto di riferimento per sperimentare la capacità dell'XT-B di tramutare il suono iconico di questo basso in tutti gli altri presenti, il secondo per scendere in profondità sulle frequenze della corda in Si e per capire se anche con un basso abbastanza economico ma onesto il pedale riesce a darmi un suono professionale e credibile.

 

SIM1 - XT-B basso strumenti musicali

 

Come per il pedale XT-1 per chitarra, i suoni sono molto convincenti  anche se è impossibile riottenere lo stesso identico suono di un basso suonandone un altro, anche perchè come sappiamo di Jazz Bass ne esistono molti e con sonorità diverse tra loro. Però la suggestione e la timbrica inconfutabile dei modelli presenti come modeling nel pedale ci sono tutte. Anzi, mi sbilancerò, probabilmente l' XT-B ha modelli che suonano forse ancora più riconoscibili rispetto a quelli presenti nella versione per chitarra. Sarà perchè il basso ha una gamma di frequenze più ridotta, sarà perchè le sonorità sono meno varie rispetto alle milioni di chitarre in circolazione, ma qui ci siamo decisamente.
Un pedale che fa esplodere la nostra versatilità in qualsiasi contesto, sia nei live, dove probabilmente per qualsiasi bassista che lo proverà diventerà il pedale da cui non separarsi mai più, che in registrazione. Integrando anche un overdrive regolabile per ciascun profilo, un riverbero e diverse simulazioni di cabinet, l'XT-B può davvero essere utilizzato come unico elemento da portarsi in giro oltre al basso. Non è poco.

 

All'interno del pedale sono disponibili già 12 profili, ciascuno con diverse opzioni di pickup. E' poi possibile espandere ulteriormente la vostra scelta di profili con gli ulteriori profili presenti sul portale dedicato - a costo zero.

  • Adam Clayton Jazz| neck, mid, bridge
  • Gibson Thunderbird | neck, mid, bridge
  • Fender Jazz 64 | neck, mid, bridge
  • Music Man Stingray | mid, mid, mid
  • Precision Am. Pro | neck, neck
  • Precision 50s | neck, neck, neck
  • Fender PostModern | neck, neck
  • Gibson SG | neck, mid, bridge
  • Lackland | neck, mid, bridge
  • Hofner | neck, mid, bridge
  • Basso Acustico | microfonato
  • Contrabbasso | Piezo

 

In questa registrazione potete sentire in prova prima il Fender Jazz Bass con il suono bypass e poi tutte le 12 emulazioni presenti di fabbrica all'interno di XT-B. Interessante sentire come alcuni modelli che hanno una compressione accentuata naturale ed un volume diverso, facciano saturare più o meno l'amplificatore.

 

 

Il nome del profilo ci darà quindi un punto di riferimento sonoro che però sarà bene utilizzare solo come tale, senza fissarsi troppo sul modello e sull'anno, ma focalizzandosi sulla effettiva timbrica e qualità del suono, che a mio avviso sono molto alte.

Se si lasciano dietro tutti i preconcetti legati al digitale, che ormai hanno davvero poco senso, l'XT-B apre un modo nuovo di suonare per i bassisti, in cui non si è più legati alle proprie capacità economiche o di trasporto per avere il suono giusto per il pezzo giusto. Una cosa che può fare una certa differenza in ogni arrangiamento.

 

CONCLUSIONI

Lungi da me dire che non bisogna più comprare chitarre o bassi perchè ora esistono questi pedali che possono emularne il suono a partire da un solo strumento. Lo strumento reale ci influenza nel modo di suonare anche con la sua parte fisica ed hardware. Però pedali come l'XT-B sono fatti per semplificare davvero la vita del bassista.

Anche qui gli switch, come per l'XT-1, potrebbero essere più rapidi e la mancanza di una connessione Bluetooth sono punti di miglioramento possibile, ma il prezzo attorno alle 600€ pur essendo abbastanza alto, è forse più giustificabile qui che per il modello per chitarra. I chitarristi devono per forza avere molta altra strumentazione, mentre un bassista particolarmente essenziale potrebbe suonare con il basso, un paio di cavi e questo pedale, e non sentire la mancanza di nulla.

Il bassista che vuole essere leggero, e magari lavora molto live, può fare quindi una scelta di campo e sostituire tutto il suo setup con questo pedale. A questo punto la spesa potrebbe essere addirittura modesta.

PRO 

  • Suoni davvero belli e credibili
  • Facile da utilizzare
  • Sostituisce tutti gli altri bassi e fa risparmiare spazio e peso di trasporto
  • Integra anche overdrive, riverbero e simulazioni cabinet per andare direttamente al mixer

 

CONTRO

  • Switch non troppo rapidi
  • Prezzo elevato ma non troppo se pensiamo a tutto quello che può sostituire

 

INFO

Distribuzione SOUNDWAVE

Leave a reply