UVI UVX670, synth virtuale polifonico ispirato ai must degli anni '80

UVI UVX670 è il nuovo synth virtuale polifonico ispirato a due must degli anni '80, i nipponici Casio VX600 e Casio AX73. Entrambe sono dotati di sei voci, VX600 ha un doppio VCO per voce, mentre AX73 ne ha sei, con filtri lowpass risonanti a quattro poli e pendenza da 24 dB per ottava. I due sono fusi in un unico potente strumento, dal carattere marcato e un'ampia palette sonora. Sono oltre 300 i preset a disposizione dell'utente per partire a progettare i propri suoni (bass, bells, brass, FX. keys, leads, organs, pads, plucks, polysynths, strings e voices).

L'interfaccia di UVX670 vede la suddivisione della schermata in due, una per modulo, ognuna delle quali dispone di: voice selection, volume, pan, filtri, envelope, pitch, portamento, stereo mode, modulazione e arpeggiatore. La catena effetti conta invece di eq a tre bande, distorsore, effetti di modulazione (thorus, ensemble, phasor), delay e Sparkverb.

 

 

UVX670 è in vendita al prezzo di € 79; l'acquisto di una licenza permette l'installazione e attivazione del virtual synth su tre postazioni differenti per utilizzo simultaneo. È richiesto UVI Workstation v3.0.5. o Falcon 1.6.6 su sistemi operativi Windows 8 e Mac OSX 10-8 o superiori.

 

UVI UVX670 music producer synth virtual instrument sintetizzatore daw software strumenti musicali

 

UVI

 

Leave a reply