Yamaha P-125, il nuovo modello della serie P


Yamaha ha presentato il P-125, il nuovo pianoforte digitale intermedio della serie P: in esso troviamo buona parte delle caratteristiche che hanno reso celebre questa serie, come le forme compatte e il peso leggero, ma il P-125 include diverse novità nelle funzionalità disponibili e nel parco di accessori opzionali. Disponibile nei colori nero e bianco, il P-125  monta la meccanica a 88 tasti Graded Hammer Standard (GHS) con rivestimento ruvido dei tasti neri volto a simulare l’ebano, che interagisce con la generazione sonora proprietaria Pure CF Sound Engine, in cui è presente tra i pianoforti acustici il campionamento di un gran coda da concerto Yamaha CFIIIS. Complessivamente, l’arsenale sonoro del P-125 comprende 24 Voice. La polifonia è di 192 note.

 

01

 

Tra le altre novità nelle funzioni, segnalo il metronomo che include una selezione di 20 style ritmici con tracce di basso e batteria per l’esercizio o l’intrattenimento, mentre la app per i dispositivi iOS denominata Smart Pianist consente il controllo in remoto di buona parte delle funzionalità dello strumento, oltre a memorizzare le impostazioni preferite per un facile richiamo.

 

03

 

Tra gli accessori a corredo troviamo il leggio e un pedale Sustain, mentre il parco di accessori opzionali è stato arricchito con alcune introduzioni quali uno stand di nuovo design, ma soprattutto una pedaliera associabile dotata di tre pedali in metallo (con supporto del mezzo pedale per il Sustain); completa il parco accessori il singolo pedale Sustain FC-3A con supporto del mezzo pedale.

 

04

 

 

Il sistema di amplificazione a 2 vie è stato migliorato, ed eroga 7 watt per canale a due coppie di diffusori da 12 cm x 2 + 4 cm x 2, mentre tra i controlli troviamo le modalità Intelligent Acoustic Control (IAC) e il Sound Boost presenti nel precedente modello, ma nel P-125 è stata inserita anche la funzione Table EQ, che consente di ottimizzarne la resa sonora secondo il posizionamento.

 

 

Info: Yamaha

 

 

Leave a reply