Come ogni anno ragazzi caricatevi a molla perchè tra una settimana partirà la più grande fiera degli strumenti musicali al mondo, il NAMM di Los Angeles, che dal 16 al 19 gennaio andrà a svelare molto di quanto vedrete poi nei negozi quest'anno.
Anche se il mercato è molto cambiato in questi anni, e molte fiere hanno perso la loro attrattiva come luogo delle presentazioni e delle anteprime a favore di internet e di uscite più diversificate, il NAMM rimane ancora una grande vetrina che porta molti brand a concentrare i loro annunci in questi quattro giorni di fuoco californiani.

 

Come sempre seguiremo la fiera e tutte le sue novità più interessanti ma sono sicuro che avete già voglia di un po' di anticipazioni e novità tra le più attese. Eccole, ce n'è per tutti, chitarristi e bassisti!

VOX CAMBRIDGE 50 COMBO

Tutte, o quasi tutte, le maggiori case produttrici di amplificatori si sono persuase che senza almeno un modello di ampli con modeling digitale non si possa stare oggi sul mercato. Le ragioni sono la sempre maggiore abitudine dei chitarristi ad avere tanti suoni e spendere poco, una minore necessità di ampli e testate super potenti, e la crescita esponenziale dei chitarristi "da camera" che devono quindi conciliare la voglia di ottimi suoni con volumi da appartamento.

 

 

Vox esce quindi con un ampli combo che è pronto a tutto. Con 11 modelli di ampli diversi, 8 effetti integrati tra modulazioni e riverberi/delay e accordatore integrato. La novità, rispetto alle emulazioni degli anni passati, oltre alle nuove tecnologie di modeling e la convoluzione tramite risposta all'impulso (i tanto famosi IR), è l'utilizzo di questa nuova tecnologia Virtual Element Technology, che ricorda un po' quella utilizzata da Peavey per Revalver o da Overloud per TH-U. Inoltre, con alcune reminiscenze delle Nanotube utilizzate da Roland e BluGuitar, qui vengono utilizzate delle "valvole" Nutube nel preamplificatore che dovrebbero dare una risposta più realistica.

ORANGE LITTLE BASS THING

Restiamo in zona amplificazione ma passiamo alle corde spesse. Quest'anno al NAMM sembra che il basso occuperà parecchio la scena con un numero cospicuo di uscite.
Orange che arriverà anche con un nuovo preamp a pedale chiamato Bass Butler, ci presenterà una piccola testata chiamata Little Bass Thing, un ampli molto leggero grazie all'amplificazione in Classe D che può sprigionare fino a 500W. Ha un preamp a stato solido ed in soli 3Kg si può avere un suono da bassista cattivo in stile Orange senza una tonnellata di peso.

 

 

Controlli classici e molto semplici con medie parametriche, e basse ed alte aiutate anche da un boost da 15dB per rendere il suono più di impatto. Nonostante il formato non manca un compressore ottico in Classe A controllabile a footswitch molto semplice da usare. Come da tradizione Orange, loop FX con buffer, uscita D.I. bilanciata e pad -6dB per adattarsi ai pickup attivi.
Essenziale ma ha tutto ciò che serve.

HARTKE AMPLI SERIE LX

Sempre nel campo delle "testatine" per basso troviamo l'interessante proposta di Hartke. Testatine solo per il peso, che rimane sotto i 4 chili, nonostante questi due modelli, LX5500 e LX8500, possano scatenare rispettivamente 500W e 800W, in Classe D, ed un suono valvolare grazie ad un preamp in Classe A con valvole 12AX7.

Hartke LX Series basso strumenti musicali

Anche qui formato semplice, che tra l'altro ha una comoda maniglia integrata. Dedicato anche a chi si esercita o insegna, con uscita cuffie e Aux In per basi o metronomo. Compressione, Gain, Drive ed Eq come da manuale. Ed un suono che non tradisce.

HEADRUSH PEDALE DI ESPRESSIONE

Nel campo degli effetti a pedale ne vedremo delle belle, arriveranno novità da tutte le parti, una pioggia di pedali che non vi lascerà insoddisfatti.
Già annunciato è l'atteso pedale di espressione dedicato a Pedalboard, Gigboard e Looperboard. Comodo e stiloso, è un pedale di espressione, poco altro da dire. Sarà ultra resistente, ultra preciso, completamente regolabile e con switch integrato per l'attivazione/disattivazione.

 

CRAZY TUBE CIRCUITS KILLER V

Questo brand greco che sta crescendo sempre più in popolarità, sulla scia di apripista del mondo FX di alta qualità accessibile come Walrus Audio o Earthquaker Devices, ha già annunciato il suo Killer V, un overdrive con vibrato integrato ispirato al famoso ampli Magnatone. Tutte le sonorità sature e modulate in ampiezza e frequenza di ispirazione vintage sono il core-business di questo pedale, che farà sicuramente felici i puristi dei classici ed i chitarristi alternative.

 

IBANEZ NUOVE CHITARRE

Il brand giapponese non si fa mai mancare un ampio restyling del suo catalogo, per rimanere sempre al passo con i tempi, sia dal punto di vista del suono che dell'estetica. I modelli sono davvero tantissimi, e servirà un articolo a parte durante il NAMM solo per parlarvi un po' più dettagliatamente dei più accattivanti. Ve ne segnalo uno soltanto per ora che mi ha decisamente colpito, la nuova Prestige RGDR4327.

 

 

E' una sette corde con manico in acero/wenge e truss al titanio, un look essenziale ma con linee perfette ed un contour ergonomico che mi piace moltissimo. Il corpo è in mogano africano con top in richlite, un materiale molto duro composto prevalentemente di carta pressata e resine. La tastiera è in ebano a 24 tasti ed il ponte un Lo-Pro Edge 7. I pickup sono i potenti passivi/ceramici DiMarzio Fusion Edge 7.
Una chitarra adatta a tutto, ma soprattutto a chi vuole ritmiche potenti, distorsioni aggressive ed una tastiera che non teme per nulla la velocità.

SUPRO CONQUISTADOR E CLERMONT SEMI-HOLLOW

Mi solletica molto lo stile della nuova Conquistador di Supro, un brand sempre particolarmente cool negli ultimi anni. E' una chitarra semi-hollow body sviluppata con il chitarrista di Nashville Ford Thurston che rivisita lo stile retrò delle chitarre in stile 335 per farne una versione moderna dallo stile e suono inconfondibile. La base è quella delle double-cut Supro ma con un body maggiorato in mogano con una singola buca, in mogano anche il manico con scala corta da 24.75" e radius da 12". Immancabile il ponte Bigsby B7 che da carattere al suono almeno quanto la particolare scelta dei pickup: un mini-humbucker Gold Foil per un suono stile acustico, ed un humbucker in stile AlNiCo PAF con timbro vintage e squillante.

 

 

Semplicemente molto belle ed affascinanti, la Clermont è molto simile ma il concept prevede un corpo in acero per una risposta ancora più chiara sulle medio-alte ed un look leggermente diverso. De gustibus.
Il prezzo sarà davvero interessante perchè per 999$ vale davvero la pena farci un giro.

WASHBURN ACUSTICA MICHAEL SWEET SIGNATURE 

Non mancheranno le acustiche ovviamente. Lasciatemene segnalare un paio che davvero mi ispirano voglia di suonarle subito.
Parto con la nuova Washburn in stile rustico americano, la Michael Sweet Signature, realizzata assieme al leader degli Stryper, con un corpo jumbo basato sul modello J40. Il look grezzo dovuto al top in abete bearclaw massello con finitura trasparente scura è una delle cose più belle viste di recente. L'elettronica attiva Barcus Berry permette di amplificare la J40SCE per ogni situazione.

 

washburn j40sce strumenti musicali

MARTIN ACUSTICHE LIMITED EDITION

Praticamente impossibile parlare di acustiche senza andare a guardare in casa Martin. Ci saranno come sempre i consueti ritocchi ai modelli classici e qualche restyle, ma se proprio vogliamo chiudere queste anteprime con il botto, spariamo alto, e vi dico subito che qui senza un budget da portafogli forti non andiamo da nessuna parte. Le nuove limited edition Martin vanno dai 3,649$ fino a 14,999$ rispettivamente.

martin acustiche NAMM 2020 strumenti musicali

La prima e "meno costosa" è la D-18E 2020 in tiratura limitata. La D18-E è basata sulla storica 14 tasti che fece il suo primo debutto nel 1934. Top in abete Sitka e fondo e fasce in mogano, ha tastiera, ponte e paletta in palissandro indiano. L'elettronica LR Baggs completa il tutto.
La D-24 Purple Martin Flamed Myrtle invece si ispira ad un uccello nativo della Pennsylvania, proprio nella zona del quartier generale Martin. Con inserti preziosi ed eleganti in madreperla ha una decorazione artistica notevole, con fiori di lauro di montagna e il suddetto volatile, la rondine viole nordamericana, sia sulla tastiera che sul battipenna. Il top è in abete bearclaw Engelmann con fondo e fasce in mirto viola fiammato. Solo per pochissimi, appena 100 strumenti di queste limited verranno infatti prodotti.

Leave a reply