Cari amici agostani della chitarra, voi che anche in spiaggia non avete smesso di sognare di cambiare i pickup standard alla vostra Strato con dei boutique da 500 euro l'uno; voi che anche davanti ad un piatto di spaghetti alle vongole non potete fare a meno di pensare che gli inserti in madreperla alla fine un po' di carattere in più glielo danno al suono; voi che al chitarrista da spiaggia due ombrelloni più in là vorreste solo chiedere se fondo e fasce sono in mogano. Non siete soli.
Proprio per questo c'è Mondo Chitarra anche ad Agosto!

LA MITICA LES PAUL 'NUMBER ONE' ALL'ASTA

La famosa casa d'asta Christie ha annunciato che la Les Paul di Les Paul, la cosiddetta 'Numero Uno', prima ad essere approvata per la produzione della Gibson elettrica più famosa, sarà messa all'asta. Si tratta di una chitarra che ha letteralmente cambiato il corso della musica del 20esimo secolo.
Verrà messa all'asta il 13 Ottobre 2021 a New York ed è proprio quella che Les Paul progettò e approvò nel 1951-1952 dandole lui stesso il soprannome di 'Number One' , la prima elettrica solid-body - non so se mi spiego.

 

Les Paul è stato l'inventore della prima Gibson solid-body, sviluppatore di uno dei primi registratori multi-traccia, del delay a nastro, di riverberi ed effetti che ancora oggi tutti usiamo. Oltre ad essere un musicista eccezionale. E' difficile quindi citare un nome che stia al suo pari quando si tratta di chitarre e strumenti musicali. Nomi come Paul McCartney, Eric Clapton, Jimmy Page, Peter Frampton, Pete Townsend, Keith Richards, Slash e molti altri sono legati a questa chitarra, giusto per citarne alcuni.

 

La Les Paul 'Numero Uno' è stata messa in vendita dal figlio di Les Paul, Gene Paul, e Tom Doyle, che fu ingegnere, produttore e costruttore di chitarre per Paul per lungo tempo. "Questa è la chitarra più importante, più significativa storicamente, preziosa e cruciale per mio padre, il suo successo più grande", commenta Gene Paul.
Non è ancora stata comunicata la base d'asta o la valutazione ufficiale, anche se si parla di una stima ragionevole attorno ai 100-150 mila dollari, prezzo che potrebbe tranquillamente moltiplicarsi se ci fossero più compratori agguerriti a volersela aggiudicare.

HEADRUSH MX5 MULTIEFFETTO

Con l'avvento di nuovi prodotti da Kemper con il Kemper Stage, il Neural DSP Quad Cortex e i vari Fractal Audio, Mooer con le innumerevoli GE,  il nome di Headrush era rimasto un po' nell'ombra, dopo che con la Pedalboard e la Looperboard avevano ottenuto un buon successo, se consideriamo che sono tra i più giovani in questo settore.
Proprio per questo era il momento di contrattaccare con qualcosa di nuovo. Arriva il nuovo modeler multi-effetto compatto MX5.

Super compatto ma dotato della stessa potenza di HeadRush Pedalborad e Gigboard, MX5 è una pedaliera amp modeler e multi-effetto che si basa su un processore multi-core, un'interfaccia essenziale con pochi controlli fisici ed uno schermo touch da 4", un pedale di espressione e una sezione I/O molto completa. Contiene anche un'interfaccia audio per registrare in alta qualità (24bit/96 kHz). Con un prezzo di 499€ vuole decisamente attaccare quella fascia più economica che prima Headrush non era ancora riuscita ad aggredire.
A parte le dimensioni, tutto è molto simile alle sorelle maggiori. Sembra promettere decisamente bene.

CORT X500 MENACE, SOLO PER GENTE CATTIVA

E' utile ricordarci ogni tanto che, oltre alle Gibson e Fender da collezione, signature e vintage che richiedono la vendita al mercato nero di almeno un organo, esistono anche chitarre per esseri umani con guadagni normali. Tra questi umani economicamente normo-dotati esistono molti chitarristi pieni di pensieri contorti, dallo sguardo torvo e che non accettano nemmeno la sveglia alla mattina se non passa per un Boss HM-2.
Per questi Cort ha pensato ad una nuova chitarra con l'anima (ed anche il resto) decisamente nera. La nuova X500 Menace. Super aggressiva ma con un prezzo abbordabile attorno ai 900€, sfoggia un'estetica senza fronzoli ed un set di caratteristiche estreme.

Ed è notevole che per questo prezzo ci si porti a casa una chitarra in acero e mogano selezionato, costruzione neck-through paletta reverse, tastiera compound radius, ponte Floyd Rose 1000 Series ed un set di pickup Seymour Duncan Nazgul e Sentient che alzano decisamente il livello di queste chitarre metal.

FENDER TONE MASTER SUPER REVERB

Torniamo nel regno dei suoni puliti e tranquilli per ritrovare una vecchia conoscenza di molti chitarristi che amano il suono Fender. Il nuovo Tone Master Super Reverb è la replica del famoso ampli valvolare che ha fatto la storia del rock, country e blues, il Super Reverb, ma con caratteristiche moderne per avvicinarci ai chitarristi di oggi.

Attraverso il processo di modeling, questo ampli riesce a riprodurre il sound del mitico pro-genitore, il suo riverbero leggendario ed il suo tremolo unico, il tutto con la metà del peso e del prezzo dell'originale. Mantiene l'aspetto anni '60 con il famoso pannello Blackface, la doppia circuitazione ed il cabinet 4x10" con coni Jensen. Ha una potenza totale di 45W (con riduttore di potenza) ed a sentire queste demo si difende davvero benissimo, portando il suono Fender più alla portata di tutti, nonostante comunque ci siano da spendere attorno ai 1,270€.

Leave a reply