TEST - Unite-2 l'interfaccia tascabile di Kurzweil

RAPPORTO QUALITÀ/PREZZO8
COSTRUZIONE8
SUONO7.5
FACILITÀ DI USO8
PER NOI
7.9

Compatta, elegante e adesso ancora più versatile, grazie al supporto per i dispositivi iOS: Kurzweil non fa solo ottimi sintetizzatori…

 

 

 

 

Kurzweil da tempo ha esteso il proprio catalogo ad altri strumenti, e nella sezione “Studio Gear” del sito del brand americano troviamo la Unite-2, un’interfaccia USB 2.0 a due canali, con risoluzione 24 bit/96 kHz, in cui recentemente è stato esteso il supporto non solo alle piattaforme Win/Mac, ma anche ai dispositivi iOS.

Kurzweil Unite-2: caratteristiche generali

Esteriormente questa interfaccia è elegante è ben fatta: lo chassis è in metallo di colore nero, protetto ai lati da due spessi fianchetti in plastica nera. Il nome del brand americano è serigrafato al centro del pannello superiore e inciso sui fianchetti. Il design del pannello frontale rimanda ad alcune realizzazioni Focusrite, con la sezione degli ingressi sulla parte sinistra, e i controlli dei volumi e della sezione Monitor su quella destra.

I due ingressi audio sono su prese XLR Combo, con accanto a ciascuno il piccolo knob per la regolazione del Gain (range) e i lead Peak. Sul primo ingresso è presente uno switch per la selezione dell’impedenza Hi-Z, per collegare alla Unite-2 anche una chitarra. L’alimentazione Phantom è attivabile globalmente su entrambi gli ingressi.

 

unite 2

 

Accanto allo switch per l’alimentazione Phantom è posto un piccolo led indicante l’accensione dell’interfaccia. Il parco controlli prevede un selettore per definire il tipo di segnale veicolato dalla sezione per il Monitoring (Off, mono o Stereo), un generoso potenziometro per il Master Volume, infine la presa cuffie con la sua regolazione del volume.

Il pannello posteriore è essenziale: oltre alla presa Kensington troviamo la porta USB e la coppia di Line Out su prese jack TRS da 6,3mm. Gli unici dati indicati da Kurzweil nelle note e nei manuali riguardano il range dinamico dei convertitori: 102dB per quelli AD e 108dB per i DA. Nella confezione della Unite-2 troviamo un cavo USB, i manuali (in Inglese) e un coupon con la licenza per scaricare la versione 8-Track della DAW Bitwig Studio. Se volete scaricare il manuale in Italiano, il distributore Generalsound qui ha provveduto alla traduzione: ben fatto.

 

unite 2

 

Requisiti di sistema

Kurzweil Unite-2 è compatibile con piattaforme Windows 7/8/10 o superiori, con supporto dei formati ASIO 2.0, MMe, WDM e DirectSound, e Mac OS X 10.7 o superiori e CoreAudio. Prima dell’installazione suggerisco di scaricare e lanciare l’applicativo per i driver e il pratico Control Panel della Unite-2 sul sito Kurzweil, disponibile sia per Windows, sia per Mac.

Recentemente, il software per Windows è stato rivisto, e potete selezionare risoluzione e frequenza di campionamento preferita direttamente dal secondo menu a tendina del Control panel. La novità comparsa ultimamente è il supporto anche ai dispositivi iOS: in questa pagina trovate tutte le informazioni utili. Fondamentale la presenza nella catena dei collegamenti di un Hub USB alimentato, perché fornisce l’alimentazione anche alla Unite-2.

Il test

Benché assemblata in Cina per abbatterne il prezzo, nella Unite-2 ritroviamo la cura del dettaglio che da sempre contraddistingue i pianoforti digitali e i sintetizzatori Kurzweil. Lo chassis è un esempio in tal senso, perché se visto in controluce noterete l’elegante finitura satinata applicata sulle parti in metallo. I fianchetti sono fissati saldamente con quattro generose viti ciascuno al box, e questo aspetto rassicura riguardo alla solidità.

Sui controlli del pannello, il Master Volume è gradevolmente fluido nell’escursione, mentre avrei preferito una zigrinatura sul bordo dei potenziometri del Gain, perché in fase di regolazione occorre far bene presa con le dita per ruotarli. L’unico minus rilevabile è l’assenza di un indicatore a led per l’attivazione dell’alimentazione Phantom.

Kurzweil non dichiara un valore riguardante il range del Gain dei preamplificatori nei due ingressi, quindi per la prova ho spaziato partendo da microfoni piuttosto deboli in termini di sensibilità, come alcuni dinamici low cost presenti in studio. I pre della Unite-2 si sono comportati sempre bene, restituendo un segnale piuttosto coerente e soprattutto silenzioso fino a 3/4 della corsa del potenziometro del Gain. Incrementando a valori massimi compare un piccolo soffio di sottofondo nel segnale, ma nella pratica non ho mai operato a certi livelli, quindi il giudizio complessivo della sezione – in rapporto al prezzo - per chi scrive è positivo.

L’uscita cuffie eroga un buon segnale anche a modelli con impedenza a 55Ω come le AKG K240 MKII che uso abitualmente. Riguardo alla qualità di conversione, a 44,1 o 48 kHz la risposta è simile ad altre interfacce audio concorrenti sulla stessa fascia di prezzo, ma se si lavora a 96 kHz in registrazione e playback la resa è nettamente migliore.

 

unite 2

In prova con l'iPad e Cubasis

 

Comodo il selettore per definire il segnale della sezione Monitor, perché se siete un cantante potete inviare su un singolo padiglione delle cuffie il mix mono e non perdere le vecchie abitudini acquisite durante le vostre registrazioni. Ho provato con successo la Unite-2 anche con il mio buon vecchio iPad Air2, grazie a questo adattatore che uso abitualmente per farlo interagire con le tastiere. La latenza nell’uso con il tablet della mela è impercettibile, anche con virtual instrument piuttosto pesanti come risorse come gli Arturia iMini o iProphet. La sorpresa giunge dall’alimentazione esterna, perché la Unite-2 con questa configurazione restituisce una gran bella “voce” sui Line Out e le cuffie!

 

unite 2

La DAW Bitwig 8-Track in bundle con la Unite-2

 

Una curiosità legata al software Control Panel: c’è la regolazione individuale dei fader Input/Output, ma se passando il mouse sopra i due cursori di ogni bus essi diventano di colore marrone, li avete posti in link per una regolazione globale. Nel menu a tendina File potete anche salvare/richiamare la configurazione di volumi In/Out a voi preferita: ottimo. Bitwig Studio 8-Track è il gradito omaggio, ma durante il test ho affiancato con successo la Unite-2 ad altre DAW quali Bandlab Sonar o GarageBand e Cubasis per iOS.

Conclusioni

La Unite-2 si è rivelata un buon supporto per chi si diletta a registrare un paio di tracce audio nel proprio home studio, oppure in modalità mobile con un iPhone/iPad. Anche nel setup di un tastierista che voglia gestire dei virtual instrument a bassa latenza sul palco non sfigura affatto. Essenziale il supporto software, ma con piccole “chicche” nel Control Panel che rendono snello il workflow in fase di configurazione. Se state cercando un’interfaccia di primo prezzo versatile nell’uso, questa Kurzweil Unite-2 è da inserire nella lista di quelle da provare. Come sempre, buon divertimento!

 

 

PRO

Costruzione
Monitor selezionabile Mono o Stereo
Resa nell’uso con iPad/iPhone

CONTRO

Assenza di un led per l’alimentazione Phantom

 

 

INFO
GENERALSOUND

Kurzweil Unite-2 €149,43

 

Leave a reply