Native Instruments: 10 Anni di Maschine, una ri-(e)voluzione


10 anni fa uscita Maschine, uno di quegli strumenti - si perchè Maschine è un vero e proprio strumento come lo era l'MPC Akai ed ora lo riconoscono anche diversi conservatori in tutto il mondo - che ha davvero creato una piccola rivoluzione nel settore. Native Instruments, come disse il direttore di Future Music all'epoca, aveva creato un'evoluzione dell'MPC per la laptop generation. E fu un successo enorme.

 

Maschine 10th anniversary orange version strumenti musicali

 

I DJ, i musicisti elettronici, i rapper, i produttori, i tastieristi, i finger-drummer, beat-makers e molti altri ancora hanno trovato uno strumento in grado di espandere i loro orizzonti sonori e tecnici in modo sempre nuovo e verso direzioni impreviste.
Native Instruments partì dall'idea semplice di creare qualcosa che fosse divertente da suonare e molto pratico, hands-on. Pensate che l'idea partì nel 2007 con il nome in codice "GRVBX", una groove box che rimase assolutamente top-secret per i successivi due anni fino alla sua uscita.

In questi dieci anni Maschine ha visto uscire molti fratelli, arrivato oggi alla versione MK3, è accompagnato dal super-completo Maschine Studio, dal piccolo Maschine Mikro, dallo step-sequencer avanzato Maschine Jam, dalle sue versioni virtuali iMaschine e da tutte le librerie aggiuntive di Maschine Expansion che ormai coprono qualsiasi genere.
Per questo traguardo raggiunto NI ha fatto uscire anche una versione speciale, edizione limitata a sole 100 unità in tutto il mondo con una griglia speciale color "Flame Orange".

 

 

Se siete incuriositi dalla sua storia, ancora breve ma certamente intensa a giudicare dal numero di hit da Top 100 che sono state create con Maschine, potete andare a visitare la pagina dedicata che NI ha creato e nella quale aggiungerà nelle prossime settimane sempre più contenuti, compresi i video di maggior successo di questo sampler virale.

LA STORIA DI MASCHINE

Native Instruments è distribuita in Italia da MidiMusic

Leave a reply