Il ricordo - Roberto Furcht: il pianoforte nel cuore

È scomparso ieri all’età di 90 anni Roberto Furcht, presidente di Furcht & C Spa, la storica azienda milanese che da settanta anni distribuisce pianoforti acustici e digitali nel nostro territorio.

 

roberto furcht

Roberto Furcht

Roberto Furcht in pillole

Come raccontato in questa pagina sul sito di Furcht, Roberto entrò in società nel 1949 affiancando il fondatore - lo zio Rudolf - e assumendone la conduzione a partire dai primi anni settanta, quando l’azienda puntò tutto sull’importazione/distribuzione di pianoforti. Tra i brand celebri distribuiti da Furcht segnaliamo Blüthner, Bösendorfer, Pearl River o Young Chang, ma anche quelli proprietari come – per esempio - Furcht & Söhne. Risale al 1972 l’accordo con Kawai per la distribuzione nel nostro paese dei pianoforti giapponesi, una fortunata partnership giunta fino ai giorni nostri.

 

roberto furcht

Roberto Furcht insieme a Enrico Intra (a sinistra), durante un evento Kawai a Camogli nel 2015

La cultura un punto fermo

Roberto Furcht è stato inoltre il volano per una serie di importanti iniziative nel settore, come il consorzio Disma Musica (di cui è stato Presidente per 10 anni). In ambito culturale, tra le tante attività promosse segnaliamo la stagione concertistica dell’Università Bocconi di Milano, le Masterclass di Villa Medici-Giulini a Briosco (MB), i concerti benefici dei Donatori di Musica, oppure il Kawai Festival a Ledro (TN).

 

 

Quine Publishing e le redazioni di SM Strumenti Musicali e Audiofader si stringono attorno alla famiglia Furcht.

 

 

Leave a reply