TEST - M-Audio Air 192|4: interfaccia entry level per registrazioni pro

SUONO8
FACILITA' D'USO7.5
COSTRUZIONE 8
RAPPORTO QUALITA' PREZZO9
Prezzo 110€ circa
8.1

Come promesso nel mio articolo di Agosto, andiamo oggi a recensire approfonditamente la prima delle interfacce M-Audio di nuova generazione per chi deve registrare anche strumenti analogici o la voce, la più piccola della famiglia Air 192, la 192|4.
Se invece avete bisogno di un hub USB per i dati ed i controller per virtual instruments e che faccia anche da controller per i monitor e convertitore D/A di qualità, vi consiglio di dare un'occhiata al mio test della Air Hub.

In questo video vi spiego molto rapidamente a chi potrebbe servire ed a chi non servirà questa Air 192|4 ma magari ha bisogno di un modello più avanzato:

https://www.facebook.com/watch/?v=641563389881385&extid=cXZUgtBvJBXwt7Gm

  • Interfaccia laptop/pc per home studio: OK
  • Registrazione audio: OK
  • Canali in Contemporanea: 2
  • Registrazione Stereo: NO
  • Monitoring in cuffia: OK
  • Alimentazione Phantom: OK

PRESENTAZIONE

La M-Audio Air 192|4 è un'interfaccia con cui registrare fino a due canali contemporaneamente. Uno molto probabilmente sarà una chitarra o un basso,  che hanno un ingresso dedicato con la giusta impedenza sull'anteriore, e l'altro un microfono o un secondo strumento di linea via jack o cavo XLR. Con la bassa latenza ed i potenziometri gain per regolare il guadagno di ingresso (i LED vi guideranno per non avere un segnale troppo debole o troppo distorto) è l'interfaccia giusta per chi inizia, per musicisti solisti o chi al massimo ha bisogno di due canali, tipo chitarra e voce.

m-audio air 192 4 strumenti musicali interfacce

Se avete la necessità di registrare una fonte di linea stereo o una chitarra acustica in stereo, insomma qualcosa di stereo, allora dovrete puntare sul modello più alto, la 192|6 che recensiremo tra un paio di settimane. Ma se la vostra necessità non va oltre il modello chitarra/voce o simili, allora questa è un'interfaccia semplice da usare, che ha dei potenziometri grandi e pratici e che, seppur non propriamente portatile date le dimensioni generose per una due canali, è ben costruita e solida.

Caratteristiche:

  • 1 Input chitarra/basso + 1 input XLR combo bilanciato
  • 2 output TRS per monitor o impianto PA
  • qualità recording 24 bit / 192 kHz
  • alimentazione phantom per microfoni a condensatore
  • Latenza 2,6 ms (3 ms reali a 16 samples a 192 kHz)
  • Uscita cuffie con Volume
  • 104 dB di range dinamico
  • Rumore interno: -131 dBU(A) circa
  • Controllo Mix USB/Direct per un monitoring senza latenza
  • Prezzo 110€ circa

LA PROVA

Il formato l'ho già apprezzato e discusso nella recensione sulla Air Hub. Mi piace molto la grande manopola per il controllo del master volume, ed anche i potenziometri di gain per i canali e volume cuffie, sebbene non siano dal design iper-moderno, sono grandi e pratici. I LED per il livello dei due input sono giusto un riferimento per evitare il clipping, non li userete mai per tarare il gain della registrazione, ma è bene che ci siano.

 

Prima di parlare dei preamplificatori Crystal, vi spiego l'ultima manopola di cui non ho ancora parlato: il controllo USB/Direct. Non è una cosa che troverete in tutte le interfacce, soprattutto in questa fascia economica di prezzo, ma è apprezzabile che M-Audio ci abbia pensato. Ruotando il potenziometro potete miscelare l'audio di ritorno dal computer, già processato, con quello che arriva in diretta nella scheda, non processato.
A cosa serve?
Nel caso in cui usiate molti plugin o il vostro computer sia in difficoltà con la latenza a causa di un processing pesante, utilizzando l'audio in diretta potete avere una latenza azzerata ed anche monitorare il suono in entrata. Se la latenza di processing è elevata nelle posizioni intermedie potreste sperimentare un po' di scollamento dei due segnali, ma questo è normale.

 

M-Audio Air 192-4 strumenti musicali

 

I preamplificatori Crystal devo ammettere che mi hanno favorevolmente sorpreso. Trovare un preamp con queste caratteristiche su di una interfaccia da poco più di 100€ non è assolutamente scontato. Se il range dinamico di circa 103 dB è buono ma coerente con l'indicazione home-studio o entry-level della Air 192|4, ciò che mi ha stupito è la rilevazione di un rumore interno che sta sotto -130dbU(A). Giusto per capirci interfacce come la SSL 2 (218€) o la Motu M2 (199€), di prezzo praticamente doppio, non arrivano a questa silenziosità.
Questo vuole dire che avrete un profondità dinamica delle registrazioni decisamente buona ed una qualità delle take davvero ottima anche alzando parecchio il gain. Anche sorgenti non troppo potenti potranno essere quindi registrate in alta qualità.

 

Qui in questi esempi audio potete ascoltare un breve brano che ho registrato esclusivamente con la Air 192|4, nel suo complesso e separatamente traccia per traccia. Ho utilizzato il campionamento a 192kHz per provare a spingere la qualità della registrazione al massimo e devo dire che il risultato è molto soddisfacente in quanto a trasparenza, risposta in frequenza lineare e quindi fedeltà alle sorgenti.

 

 

Vi parlo infine del monitoring in cuffia. Ho provato l'interfaccia con delle cuffie Audio-Technica M50 e delle KRK-8400 che pur essendo cuffie che costano quanto l'interfaccia stessa, sono coerenti con questo livello home-studio, project studio di registrazione. Entrambe le cuffie si attestano a circa 32-36 Ohm di impedenza. Con circa 40mW di potenza a questa impedenza, la Air 192|4 ha un volume di uscita in cuffia adeguato, non esagerato ma abbastanza per tutte classiche applicazioni da home-studio.
Cuffie professionali sopra i 150 Ohm di impedenza potranno usufruire di soli 14mW di uscita e quindi il volume sarà abbastanza basso e un amplificatore dedicato sarebbe indicabile, anche se in linea di massima il consiglio è di utilizzarla con cuffie che non superino gli 80-100 Ohm.

SOFTWARE BUNDLE INCLUSO

Ultimo ma non per importanza, con tutte queste interfacce è incluso un bundle software di tutto rispetto, considerato anche il prezzo estremamente competitivo già della parte hardware. Ci trovate il software di registrazione entry-level Pro Tools First, porta d'ingresso per il più utilizzato software professionale di registrazione al mondo. In più è inclusa una serie di effetti e strumenti virtuali completa che vi permetterà di iniziare a suonare e produrre fin da subito senza la necessità di comprare altro. Ma non è finita. Ci troverete anche il software di registrazione/campionamento Ableton Live Lite e 2GB di campioni/loop audio gratuiti.

CONCLUSIONI

Come conclusione finale voglio fare i miei complimenti a M-Audio che, pur non dando moltissima importanza ad un design moderno e ricercato, è riuscita a costruire un'interfaccia economica con caratteristiche fondamentali da fascia superiore. Il rapporto qualità/prezzo quindi secondo è uno dei punti di maggior spicco di questo device.

Tra i difetti vi segnalo l'impossibilità di registrare in stereo con segnale di linea, poichè i due ingressi jack non hanno la stessa impedenza. L'ingresso frontale per chitarra-basso non si può infatti convertire in ingresso di linea. Inoltre dal punto di vista software praticamente non c'è nulla di impostabile, a parte i samples del campionamento. Qualche piccolo problema con il driver su Windows, che ho dovuto reinstallare un paio di volte, ma non su Mac.

 

La costruzione è molto solida, lo chassis è in metallo e la base è stabile. Il top dell'interfaccia è in plastica ma l'insieme è decisamente ben fatto e solido.
Inoltre la facilità d'uso è un altro dei punti di forza della Air 192|4 che è praticamente plug&play e non necessità, a meno che non siate proprio a zero conoscenza della registrazione, nemmeno di una sfogliata del manuale.

 

INFO

SOUNDWAVE

Leave a reply