Focus: Roland Fantom-06, 07, 08 - L'evoluzione di ZEN-Core per tutti


Siamo stati abituati da sempre a veder nascere sintetizzatori meno potenti rispetto all’ammiraglia di riferimento, con sistemi operativi differenti e, spesso, anche qualità timbrica inferiore. La nuova serie Fantom 06, 07 e 08 cambia tutte le carte in tavola, rivoluzionando il concetto stesso di sintetizzatore e workstation per tutte le tasche.

roland fantom 06 07 08 prezzo review recensione opinioni luca pilla smstruimentimusicali

Roland lancia tre nuovi sintetizzatori derivati dall’ammiraglia Fantom, a 61 tasti (Fantom-06), 76 tasti (Fantom-07) e a 88 tasti pesati (Fantom-08): il pannello di controllo ricorda da vicino la precedente serie FA, ma è da considerare solo il punto di partenza, ovviamente integrato con nuovi controlli. Non appena abbiamo potuto conoscere da vicino Fantom-06, 07 e 08, ci siamo subito chiesti dove fossero le differenze: da qui partiamo per un confronto tra Fantom e Fantom serie zero.

Roland Fantom-0: La meccanica di tastiera e il peso

La prima grande novità, non appena si estrae dall’imballo, è la tastiera stessa: i tasti dei modelli 06/07 sono più lunghi, più larghi e con una maggiore escursione rispetto ai synth con System-8. La meccanica è nuova ma rispetta moltissimo il feeling delle meccaniche più sofisticate di Fantom o Jupiter-X. La versione a 88 tasti pesati monta la compatta meccanica PHA-4 Standard Keyboard, dotata di simulazione dello scappamento e finitura Ivory Feel dei tasti bianchi; una meccanica condivisa con altri modelli Roland quali i pianoforti portatili FP-10/FP-30 o lo Stage Piano RD-88.

Roland Fantom 06 07 08 recensione review prezzo opinioni luca pilla smstrumentimusicali

Roland Fantom 08, con meccanica pesata a 88 tasti

Lo chassis non è più metallico ma di materiale plastico. Assieme alla meccanica di tastiera nuova, i tre modelli Fantom 0 hanno ora un peso molto inferiore: solo 6 kg per Fantom-06, 7 kg per Fantom-07 e 14,8 kg per il modello a 88 tasti! Valori ideali per essere facilmente trasportati ovunque.

roland fantom 06 07 08 prezzo review recensione opinioni luca pilla smstruimentimusicali

Fantom-07

Il pannello di controllo

Ispirato chiaramente alla precedente serie FA, la serie 0 si arricchisce di diversi controlli. La sezione sinistra, oltre ad accogliere le due wheel e la classica leva pitch/mod Roland con due pulsanti S1 e S2, è dedicata al controllo delle scene, attraverso la gestione di parametri macro come Attack e Release, riverbero e chorus, ed equalizzatore a tre bande con pulsante per disabilitarlo. Otto cursori permettono il controllo di altrettanti parametri assegnabili. Gli otto pulsanti consentono di attivare o disattivare una delle sedici zone. Qui troviamo anche i pulsanti per la trasposizione in ottava e semitobni, per l’arpeggiatore e il chord memory, nonché per lo split.

roland fantom 06 07 08 prezzo review recensione opinioni luca pilla smstruimentimusicali

La parte centrale è dedicata alla gestione con una sorpresa: il display ha una risoluzione doppia rispetto a quello di Fantom: è ovviamente un touch screen da 5.5" (1,280 x 720 dots). La qualità è tale da sembrare quasi un screen touch da smartphone di alta qualità. Troviamo la classica wheel per l’immissione dei valori, oltre ai pulsanti di navigazione tra i parametri e sei encoder agganciati ad altrettante funzioni del display. Sono stati inseriti una serie di pulsanti per il richiamo di Master FX, Motional Pad, DAW Control, Zone View e Single Tone.

roland fantom 06 07 08 prezzo review recensione opinioni luca pilla smstruimentimusicali

La sezione destra è divisa in una prima parte per richiamare le funzioni del sintetizzatore (OSC, Amp, FX, LFO) lasciando però il controllo diretto del cutoff del filtro con un encoder dedicato, a cui sono associati un encoder più piccolo per la risonanza e un pulsante per il richiamo del tipo di filtro tra LPF, HPF, BPF e PKG. Al sequencer sono dedicati i pulsanti di Pattern, Group e Song, TR-Rec e Rhytm Pattern. Sedici pulsanti richiamano altrettanti banchi di suoni suddivisi per genere (Acoustic Piano, Electric Piano, Organ, Keys, Guitar, Bass, Strings, Brass, Wind, Choir, Synth, Pad, FX, Drums, User, Assign).

roland fantom 06 07 08 prezzo review recensione opinioni luca pilla smstruimentimusicali

La sezione all’estrema destra è dedicata ai sedici pad, non sensibili alla velocity, tutti con colori RGB selezionabili), dedicati al richiamo dei sample, ma non solo. Rispetto a Fantom, si fa notare l’assenza dei controlli per gli inviluppi e per la programmazione virtual analog. Globalmente il pannello di controllo è riuscito molto bene: si riesce a passare da Fantom a Fantom-0 senza praticamente leggere il manuale e tutti i controlli sono dove devono essere. Esteticamente si presente moderno, molto elegante e professionale, senza essere troppo colorato, mantenendo la stessa risoluzione di 1024 step per ogni encoder.

Le connessioni e la conversione

Le differenze tra l’ammiraglia e la versione zero si colgono anche dalle connessioni. Dove Fantom ha due alimentatori differenti sotto lo chassis di metallo, di cui uno dedicato esclusivamente alla scheda di conversione AD DA realizzata su specifiche professionali da studio, Fantom-0 ha un solo alimentatore esterno, la cui linea di alimentazione è condivisa anche da convertitori che sono gli stessi che troviamo sugli altri sintetizzatori Roland.

roland fantom 06 07 08 prezzo review recensione opinioni luca pilla smstruimentimusicali
Le connessioni prevedono un Main Out su Letf/Mono e Right, e un Sub Out con uscite L/mono e Right, tutti su connessione sbilanciata. I due ingressi audio per il convertitore possono essere impiegati anche per microfono per il vocoder interno, su jack TRS, ma è assente l’alimentazione Phantom.

roland fantom 06 07 08 prezzo review recensione opinioni luca pilla smstruimentimusicali

Oltre al MIDI In e MIDI Out, Fantom-0 accetta due pedali di controllo e uno per sustain/hold. Sono tre le porte USB: una è destinata al computer e funziona come interfaccia audio/MIDI 4x32 bypassando il convertitore D/A (quindi con la stessa qualità timbrica di Fantom) con integrazione nativa per Apple Logic Pro e Ableton Live, una serve per collegare un qualsiasi controller MIDI che sia Class Compliant e integra anche una linea di alimentazione, e infine la terza porta è dedicata alla memoria esterna. L’ascolto di Fantom-0 non delude affatto: si sente la differenza con l’originale ma l’impatto del suono e la qualità è quella che conosciamo dagli altri synth Roland come System-8 e Jupiter-X, quindi eccellenti. E’ invece identica la qualità del segnale digitale veicolato dalla porta USB: in questo caso non ci sono differenze tra un timbro generato da Fantom e uno suonato su Fantom-0, il che ci porta al punto più importante della nuova linea.

roland fantom 06 07 08 prezzo review recensione opinioni luca pilla smstruimentimusicali

Il motore timbrico

ZEN-Core è la parola d’ordine di Roland: che sia software o hardware, tutti i più recenti synth Roland hanno in comune lo stesso generatore timbrico. Ciò significa che possiamo creare un suono su Fantom e passarlo ad altri synth che, però, potrebbero permettere l’accesso a meno parametri. Fantom è da sempre il sintetizzatore migliore per programmare senza computer tutti i parametri possibili legati alle espansioni di ZEN-Core e non solo. Fantom-0 rispetta lo stesso dettame con una sorpresa notevole: il sistema operativo è identico! Ciò che si può programmare su Fantom si può fare, allo stesso modo, anche su Fantom-0. Un cambio epocale tra la logica di ammiraglia e sintetizzatori derivati fino a oggi.

roland fantom 06 07 08 prezzo review recensione opinioni luca pilla smstruimentimusicali

Dove si nasconde quindi la differenza? Non è il motore timbrico, che è perfettamente uguale a Fantom.

Per capire bene la differenza occorre fare un passo indietro: Roland usa su Fantom quattro chip BMC proprietari: uno è impiegato per il sistema generale, uno gestisce lo ZEN-Core e SuperNatural di base, il terzo è identico al secondo ma permette la transizione completa tra due Scene senza interruzioni e glitch oppure il raddoppio della polifonia, il quarto è esclusivamente dedicato al V-Piano. Ogni BMC per Zen Core gestisce anche gli effetti. La polifonia è sempre dinamica e dipende dai parziali e dal filtro impiegati nella patch.

roland fantom 06 07 08 prezzo review recensione opinioni luca pilla smstruimentimusicali
Fantom-0 ha due chip BMC, di cui uno dedicato al sistema generale e uno a ZENCore. Manca il V-Piano e l’assenza di un quarto BMC non permette di raddoppiare la polifonia e, naturalmente, la transizione senza interruzione tra Scene a sedici parti. Tuttavia se la transizione è indispensabile, si può pensare a Scene a otto parti: in questo caso la transizione torna a funzionare. Sono presenti anche il virtual tone wheel, controllato dagli otto cursori su pannello, e il multisample engine. Ciò che si può realizzare su Fantom come sintesi e sequencer (basato su clip con registrazione e trigger istantaneo dei pattern), si raggiunge anche su Fantom-0, grazie alla piena compatibilità con Model Expansion, Sound Pack, Sample Pack, ZEN-Core, SuperNATURAL e Virtual ToneWheel. I 256 MB di RAM destinati alle espansioni sono condivisi anche dal sample engine.

roland fantom 06 07 08 prezzo review recensione opinioni luca pilla smstruimentimusicali

Manca quindi all’appello V-Piano e n/zyme, che rimangono esclusiva di Fantom.
Per ovviare all’assenza di V-Piano, Fantom-0 include nuovi campionamenti di pianoforte acustico SuperNATURAL, che condividono i 2 GB di RAM dedicata ai campioni SuperNATURAL ma non solo.

roland fantom 06 07 08 prezzo review recensione opinioni luca pilla smstruimentimusicali

Le espansioni

I fortunati proprietari di Fantom sono abituati ad aggiungere model expansion nel tempo e così sarà anche per Fantom-0. La differenza però è che su Fantom-0 le espansioni saranno a pagamento, richiedendo una life time key su Roland Cloud. Un dato di cui tenere conto se si vuole usare la piattaforma Fantom-0 per la produzione in studio. Con l’acquisto di una Fantom-0, Roland consente di scaricare 15 Wave Expansion e 10 Sound Pack gratuitamente.

roland fantom 06 07 08 prezzo review recensione opinioni luca pilla smstruimentimusicali

Conclusioni

Roland ha disegnato un ecosistema molto potente, prolifico e flessibile, attorno al generatore timbrico ZEN-Core. Se all’inizio non era del tutto chiara la potenzialità dell’ecosistema, con la nuova serie Fantom-0 si entra in una nuova era per i sintetizzatori, dove la qualità timbrica è identica, cambiando solo la potenza di calcolo e quindi i limiti, la forma hardware e l’interfaccia utente. La validità del concetto di ZEN-Core è indubbia: ora con Fantom-0 è alla portata di tutti i programmatori, i sound designer e i musicisti da studio e da palco. I prezzi, al momento di scrivere non ancora definitivi, indicano che la fascia intorno ai 1.500 Euro ha in Fantom-06 un pretendente al trono per miglior rapporto qualità prezzo, sapendo che la qualità dei timbri è identica all’ammiraglia. Il mondo delle workstation e dei synth sta definitivamente cambiando, grazie a Roland.

Prezzi:

Fantom-06: 1.499 Euro inc. IVA

Fantom-07: 1.799 Euro inc. IVA

Fantom-08: 1.999 Euro inc. IVA

 

Roland Fantom-0 in diretta Streaming!

Appuntamento giovedì 17 marzo alle ore 21, dove il sottoscritto e l'amico Riccardo Gerbi incontreranno Gianni Proietti (aka Gattobus), il quale spiegherà (e ci farà sentire) le principali novità della nuova serie Fantom-0.

Guarda qui sotto la diretta streaming!

 

Specifiche tecniche

FANTOM-06: 61 tasti con velocity
FANTOM-07: 76 tasti con velocity
FANTOM-08: 88 tasti PHA-4 Standard Keyboard con scappamento e Ivory Feel

Generatore timbrico

TONE ZEN-Core
SuperNATURAL Acoustic
SuperNATURAL Acoustic Piano (EXSN01/03 precaricato)
SuperNATURAL Electric Piano (EXSN02 precaricato)
VTW Organ (solo ZONE2)
Vari MODEL sound generator (richiede EXM Series)
ZEN-Core Tone and Model Tone possono essere importati ed esportati
File di backup file compatibili con FANTOM-6/7/8 per i parametri attivi su entrambi

Espansioni

EXZ Series
EXSN Series
EXM Series

Le espansioni sono riscrivibili nella memoria interna del generatore sonoro, scaricabili da Roland Cloud e installate via USB Flash Drive

Part

16 zone (Internal + External)

Scene

128 scene x 4 banchi
Le scene possono essere importate ed esportate

Tones

3,500 Tone
90 Drum kit

Tone Remain

8 zone
(quando è attivo Scene Remain Switch, non si applica ai suoni VTW Organ)

Favorite

Rating System: 4 steps (0-3)

Tone Search/Scene Search

Rating, Character

Effects

Multi-Effects: 16 system, 90 tipi
Part EQ: 16 system
Drum Part COMP: 6 system
Insertion Effect: 2 system, 90 tipi (Serial/Parallel)
TFX: 1 system, 90 tipi
Input MFX: 1 system, 90 tipi

Chorus: 9 tipi
Reverb: 7 tipi
Master Compressor
Input Reverb: 7
Input EQ: 1 system

Vocoder
Band: 13, 20, 32
Mono, Stereo
Preset Setting: 10
User Setting: 20

Scene Chain

Chain: 16 Scene x 32 Page (512 Scene) per 1 Chain set
Set: 100
Marker: 36 (0-9, A-Z, a-z) per 1 Chain Set

Sequencer

MIDI Tracks: 16
Group:16
Pattern: 8 per ogni traccia
Pattern Length: 32 misure
Recording: Realtime recording, Step recording, TR-REC
Editing: Piano roll edit (Touch Edit/Automation), Microscope
Song: 1 (per Scene)
Formato File: Original, SMF export/import
* PAD Sampler trigger data possono essere registratri

Sampler

Keyboard Multisample
Formati: 16/24-bit linear, 44.1/48 kHz, WAV/AIFF
Numero di campioni: 2,048
Numero of Multisample: 128
Sampling Time: massimo 2 minuti 44 secondi (1 Sample).
RAM 256 MB (condivisio con Expansion)
* Keyboard Multisample possono essere importati ed esportati come ZEN-Core Tone.

PAD Sampler

Formato: 16/24-bit linear, 44.1/48 kHz, WAV/AIFF
Polifonia massima: 8
Numero di campioni: 16 pad x 4 bank
Sampling Time: 60 minutes (equivalente a circa 660 MB).
* RAM di circa 2 GB (inclusi i WAV file importati)

Storage interno per files: 2 GB

Altro

Rhythm Pattern
Arpeggiator
Chord Memory
Motional Pad

PAD Mode: Sample Pad, Note Pad, Partial Sw/Sel, DAW Control, Zone Mute, Zone Solo, Kbd Sw Group, Rhythm Pattern, Pattern, Variation Play, Group Play

AIRA LINK quando connesso a MX-1

Controller

Pitch Bend/Modulation lever
Assignable Switch x 2 (S1/S2)
Control knob x 8
Slider x 8
Wheel x 2 *1
Function knob x 6
Sound Modified knob x 2 *1
4 x 4 Pad

Display Graphic Type, 5.5" (1,280 x 720 dots), backlite LCD (Color/Touch screen, Screensaver, Wallpaper support)

Connessioni

Headphones jack: Stereo 1/4”
MAIN OUT jack (L/MONO, R) (1/4’ TRS)
SUB OUT jack (L/MONO, R) (1/4’)
SUB OUT STEREO (PHONES) jack: Stereo miniature phone type
Mic Input jack: 1/4 inch TRS type
Line Input jack: (L/MONO,R) (1/4’ phone type)
FOOT PEDAL jack (HOLD, CTRL1, CTRL2)
MIDI connector (IN, OUT)
USB MEMORY
USB COMPUTER port (AUDIO/MIDI)
External Device Port

Audio Interface

Max 24 bit/96 KHz
Record 16 Stereo Channel
Playback 2 Stereo Channel

External Memory

USB Flash drive

Power Supply

AC Adaptor

Power Consumption

1,300 mAh

Dimensioni

FANTOM-06: 1,006 (W) x 323 (D) x 95 (H) mm
FANTOM-07: 1,218 (W) x 323 (D) x 95 (H) mm
FANTOM-08: 1,393 (W) x 354 (D) x 138 (H) mm

Peso

FANTOM-06: 6.0 kg
FANTOM-07: 7.0 kg
FANTOM-08: 14.8 kg

Accessori

Owner’s Manual
AC adaptor

roland fantom 06 07 08 prezzo review recensione opinioni luca pilla smstruimentimusicali

 

INFO
ROLAND

Leave a reply